08242019Headline:

Registri e stampati dichiarati fuori uso

Roma, 11 marzo 2015

Visto il Decreto Legislativo 30/07/1999 n. 300, di riforma della organizzazione del Governo a norma dell’art. 11 della legge 15/03/1997 n. 59;
Visto il Decreto Legislativo 30/07/2001 n. 165 contenente norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, in particolare l’art. 4 che fissa la competenza ministeriale e quella dirigenziale nella adozione di atti amministrativi;
Visto il Decreto Legislativo 7/03/2005 n. 82 recante il Codice dell’amministrazione digitale, in particolare l’art. 15 che prescrive che le Pubbliche Amministrazioni provvedono a razionalizzare e semplificare i procedimenti amministrativi, le modalità gestionali, i documenti, la modulistica anche attraverso il migliore e più esteso utilizzo delle tecnologie informatiche;
Visto il Regolamento CEE 2658/1987 recante disposizioni in materia di nomenclatura tariffaria e statistica ed alla Tariffa Doganale Comune;
Visto il Regolamento CEE 2913/92 concernente l’istituzione di un codice doganale comunitario e il Regolamento CEE 2454/93 contenente le relative disposizioni di attuazione;
Visto il Decreto Legislativo 8/11/1990 n. 374 recante il riordinamento degli istituti doganali e revisione delle procedure di accertamento e controllo;
Visto il Decreto Legislativo 26/10/1995 n. 504 concernente le disposizioni in materia di imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative;

Visto il Decreto Legislativo 31/12/1992 n. 546 concernente le disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo contenuta nell’articolo 30 della legge 30/12/1991, n 413;
Visto l’art. 351 del Testo Unico delle Leggi Doganali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica n. 43/1973 che prevede, tra l’altro, che “il Ministro delle Finanze, ai fini dello snellimento delle procedure e della razionale automazione dei servizi .. omissis.. approva le istruzioni per il funzionamento degli Uffici doganali che si avvalgono di sistemi informatici, stabilendo le necessarie modifiche procedurali, i requisiti dei supporti magnetici o scritti, sostitutivi di registri, di moduli di bollettari e di simili mezzi di scritturazione”;
Visto il Decreto Ministeriale 7/3/1983 contenente le istruzioni di contabilità per gli uffici doganali meccanizzati;
Visto il Decreto Ministeriale 27/03/2001 n. 153 recante disposizioni per il controllo della fabbricazione, trasformazione, circolazione e deposito dell’alcole etilico e delle bevande alcoliche, sottoposti al regime delle accise, nonché per l’effettuazione della vigilanza fiscale sugli alcoli metilico, propilico ed isopropilico e sulle materie prime alcoligene;
Visti lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell’Agenzia;
Vista la determinazione prot. n. 23720/R.I. del 7/08/2009 e successive modifiche e integrazioni che ha attivato gli Uffici centrali dell’Agenzia;
Vista la circolare del Ministero delle Finanze – Direzione generale delle dogane e delle imposte indirette prot. n. 6939 del 22/10/1966 in particolare l’art. 10 che stabilisce che siano considerati fuori uso i registri depennati dal modulario ufficiale in conseguenza della abolizione dei relativi tributi o delle relative procedure;
Vista la determinazione direttoriale prot. n. 2228/R.U. del 28/12/2007 contenente disposizioni in merito alla denaturazione dei prodotti energetici di cui all’articolo 21 del Testo Unico Accise (D. Lgs 26/10/1995, n. 504);
Viste le regole della Corporate Identity adottata dall’Agenzia;

Vista la determinazione prot. n. 140154/R.U. del 16/10/2009 dell’allora Area centrale gestione tributi e rapporto con gli utenti che ha istituito un gruppo di lavoro permanente con il compito specifico di provvedere a individuare i registri e stampati da considerare in abbandono o fuori uso e a provvedere alla revisione dinamica di registri e stampati ancora in uso, e la successiva determinazione prot. n. 72033/RU del 26/06/2014 con la quale la composizione del gruppo è stato aggiornata al mutato assetto organizzativo dell’Agenzia;
Visti gli esiti delle attività del gruppo permanente di lavoro che ha individuato i registri e gli stampati che sono da considerarsi in abbandono o fuori uso in riferimento ai seguenti criteri:
– registri o stampati non più in linea con l’attuale normativa in materia di dogane e accise;
– registri o stampati sostituiti con i registri presenti nel sistema informativo AIDA;
– registri o stampati riportanti informazioni che già sono presenti nel sistema AIDA.
– registri o stampati sostituiti dalle regole sulla Corporate Identity.
– registri o stampati sostituiti dalle note ufficiali registrate con il protocollo elettronico ASP.